La Gioconda riscoperta

Recenti studi su La Gioconda il quadro più famoso al mondo, hanno portato alla luce nuovi dettagli che non erano mai stati notati. Osservando l’opera attentamente, si può vedere chiaramente un mostro che emerge da un ramo del fiume sullo sfondo. Perché non era mai stato notato prima di ora? Alcuni esperti sostengono che la creatura veniva forse scambiata per una montagna, altri addirittura continuano a negarne la presenza. In effetti è un dettaglio spaventoso, che finora il nostro occhio ha come filtrato. Ma una volta visto, non può essere dimenticato neanche dai più scettici.

Vedendo il Quadro da questa nuova ottica si nota che la stessa Gioconda lo sia un po’ meno, e appare visibilmente preoccupata dall’imminente pericolo che la minaccia da dietro le spalle.

Perché Leonardo ha inserito questo elemento nel suo Quadro, anticipando il genere Fantasy di qualche secolo? Da qui in poi si possono soltanto azzardare delle ipotesi. Ne La Gioconda, unico dipinto che il Maestro ha sempre portato con sé, l’artista tramutò sé stesso in opera d’arte, entrando nel Quadro e convertendosi nella Monna Lisa e nello stesso sfondo, “facendo di sé stesso un Capolavoro” (Carmelo Bene ndr).

Forse il mostro rappresenta le paure che albergavano nel cuore di Leonardo? Non sappiamo se questa nostra interpretazione sia giusta, ma è una visione del Quadro e della vita che ci piace: l’ombra che incombe dietro di noi facendoci perdere il “sorriso”. Questo sorriso che cambia nel corso dei secoli, come lo sfondo e come l’intera opera è qualcosa di vivo, e non si limita a cristallizzarsi su una superficie. Il Quadro ospita Leonardo. Uomo illuminato, troppo differente dai suoi contemporanei per poter vivere felice nella nostra dimensione, se ne creò una in cui poter essere a suo agio, quella della pittura in cui sempre il Genio trovò rifugio.

Anche adesso questo extraterrestre può muoversi liberamente all’interno del Quadro. Un Quadro che ad ogni visione rivela un particolare nuovo, come fa la vita. Un Quadro che rende Leonardo immortale.

Un Quadro in cui il Genio può continuare a vivere.
E noi con lui.

FacebookTwitterPinterestGoogle +Stumbleupon