Divertitevi, ma attenti ai botti.

Anche oggi ci troviamo costretti a pubblicare un articolo straordinario, per un’altra emergenza. Dopo l’ennesimo Capodanno di sangue, è indispensabile fare tutto il possibile per arginare l’uso improprio dei fuochi d’artificio.

A Napoli in particolare, città esuberante e bellissima, purtroppo ogni anno molta gente viene ferita o addirittura uccisa durante i festeggiamenti. L’altro ieri sera non ha fatto eccezione.

Da secoli, molti artisti sensibili a tale problema vi hanno dedicato le loro migliori opere. La maggior parte sono opere conosciute da tutti, ma è bene ripercorrerle insieme.

 

Fig 1 – Capodanno a Napoli 1 (V. Van Gogh).

Fig 2 – Capodanno a Napoli 2 (V. Van Gogh).

Fig 3 – Capodanno a Napoli (P. Picasso).

Fig 4 – Uomo napoletano che ha perso un figlio nel Capodanno di Napoli (V. Van Gogh).

Fig 5 – Famiglia napoletana costretta a restare in casa per paura dei botti (V. Van Gogh).

Fig 6 – Autoritratto mentre guardo i fuochi d’artificio dal balcone (V. Van Gogh).

Fig 7 – Ultimo bacio all’amata morta e con mani mozzate dallo sparo di un “triccotracco” (G. Klimt).

Fig 8 – Madre pietosa che ferma padre inquietato, svegliato da una “Botta con fischio” sparato dal figlio (Caravaggio).

Fig 9 – Padre che stila elenco dei familiari morti dopo ultimo veglione a Napoli, con teschio del figlio prediletto (Caravaggio).

Fig 10 – Giovane che gode del divertimento, nonostante la mancanza dei botti di Capodanno a Napoli (Caravaggio).

Fig 11 – Capofamiglia che fa la predica sul pericolo dei botti, durante il cenone (Leonardo da Vinci).

Fig 12 – Naso deturpato da “Pallone di Maradona” (Piero della Francesca).

[cml_media_alt id='1856']The-crucifix-192джотто[/cml_media_alt]

Fig 13 – Ragazzo di 33 anni ferito da “minicicciolo”, trasportato in barella da paramedici (Giotto).

Fig 14 – Graffito rappresentante antilope in fuga completamente carbonizzata da un”Fuja fuja” (Grotta di Altamira – Spagna).

Fig 15 – Fermento durante un trasloco resosi necessario dopo che un “satanello” lanciato maldestramente e rientrato in casa, ne ha irrimediabilmente modificata la struttura (M. C. Esher).

Fig 16 – Stessa casa vista dall’esterno (M. C. Esher).

Fig 17 – Colosseo. Ambiziosa scultura romana, rappresentante un edificio sventrato dai botti di Capodanno (Vespasiano, Tito, Domiziano).

Fig 18 – Abu Simbel. Scultura rappresentante uomo massacrato da un fuoco killer mentre, con la famiglia, assisteva ai fuochi dal balcone. (Ramses II)

Fig 19 – Manifesto futurista, che con due mesi di anticipo avvisa i cittadini del pericolo dei botti. (F.T.Marinetti)

Fig 20 – Opera non cominciata, perchè l’autore perse entrambe le mani a causa dell’esplosione di un “Magnum”. (Giovanni Sperantutti detto “Sparatutto”)

Ascoltateli, e Buon anno nuovo!

FacebookTwitterPinterestGoogle +Stumbleupon